+ - =
+/-
OMCI - Organismo di Mediazione

Riforma processo civile: la tabella con le date di entrata in vigore delle principali novità;

La riforma del processo civile prevista dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (P.N.R.R.), è finalizzata principalmente alla riduzione dell’arretrato pendente innanzi ai Tribunali ordinari e alle Corti d’appello e ad assicurare una considerevole diminuzione dei tempi di giudizio. Inserita tra le riforme c.d. “orizzontali” o “di contesto” (vale a dire fra le innovazioni strutturali dell’ordinamento che interessano in modo trasversale tutti i settori di intervento del Piano stesso), la riforma del processo civile è stata inizialmente delineata dalla L. n. 206/2021, contenente la delega al Governo; più recentemente, si è concretizzata mediante l’approvazione di due Decreti Legislativi da parte del Consiglio dei Ministri, di prossima pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.  La terza fase di realizzazione vera e propria della riforma si avrà con l’entrata in vigore delle nuove norme (alcune a partire dal 1° gennaio 2023, la maggior parte a partire dal 30 giugno 2023). In attuazione della delega prevista dalla L. n. 206/2021 sono stati approvati due Decreti Legislativi da parte del Consiglio dei Ministri, di prossima pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. L’ultima fase di realizzazione vera e propria della riforma si avrà con l’effettiva entrata in vigore delle nuove norme (alcune a partire dal 1° gennaio 2023, la maggior parte a partire dal 30 giugno 2023). · attuazione della L. 26 novembre 2021, n. 206, recante delega al Governo per l’efficienza del processo civile e per la revisione della disciplina degli strumenti di risoluzione alternativa delle controversie (MEDIAZIONE ENTRO IL 30 giugno 2023) e misure urgenti di razionalizzazione dei procedimenti in materia di diritti delle persone e delle famiglie nonché in materia di esecuzione forzata ;

Copyright © 2023 Omci - Organismo di Mediazione e Conciliazione Italia. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.